A Roberto Conca

A pochi mesi dalla scomparsa di Roberto Conca, fondatore e presidente di Tecsystem, la voce dell’azienda si alza per raccontarlo, e lo fa con la Signora Rosa, che gli è stata accanto per tutta la vita.

“Sono rimasta al mio posto perché sono certa che lui lo avrebbe voluto”, ci racconta Rosa Lanzarotta, socia e e membro del CDA, oltre che per 45 anni compagna di Roberto Conca nella vita e in azienda.
"Quello che Tecsystem è oggi lo deve a lui: al suo coraggio, alla sua dirittura morale e soprattutto all’enorme passione che aveva per il suo lavoro.”
Il suo racconto è a tratti rotto dalla commozione ma le sue parole sono convinte e decise.


In 45 anni abbiamo realizzato tutti i nostri sogni. E uno dei più grandi era trasformare un’attività nata in due stanze e 60 mq, in una multinazionale. Può sembrare incredibile ma, chi lo ha conosciuto, sa che con lui ogni traguardo poteva diventare realizzabile.
E così è stato. Passo dopo passo Roberto ci ha condotti qui, tra difficoltà e successi, insegnando a tutti l’impegno, il rispetto per le persone e la collaborazione.


Quello che io voglio dirgli, e con me tutta la SUA azienda è GRAZIE. 


Desideriamo anche fargli una promessa: l’eredità di valori e principi che ci ha lasciato è un pilastro fondante e continuerà a caratterizzare il nostro modo di agire nel futuro.


Roberto è sempre stato molto attento alle persone che lavoravano con lui e a loro attribuiva gran parte del successo dell’azienda. Fornitori e collaboratori vanno trattati con attenzione e rispetto. E le sue non erano solo parole perché era sempre pronto ad aiutare, senza che nemmeno gli venisse chiesto.
Le persone gli volevano bene perché era un uomo speciale. Nel lavoro e fuori. Con la gentilezza e l’educazione di un gentiluomo e con la visione futuristica di un pioniere.


Mi piace ricordarlo con la felicità che aveva negli occhi durante il 25esimo anniversario dell’azienda: fu un traguardo importante perché in quel momento vedemmo chiaramente che il sogno si era realizzato! 

GRAZIE, Roberto. Dalla tua azienda, da me."